salta al contenuto

Ricerca altre vendite

Cosa
Procedura
Anno
 
 
Annunci
La ricerca ha prodotto 6 risultati

Beni Mobili

Fallimento 10/2016

Curatore Dott.ssa Loredana Faccenda
Giudice Dott.ssa Claudia Carissimi

 

LOTTO 5
autovettura Fiat Doblò anno 2008 colore verde metallizato in buono stato alimentata a gasolio

Prezzo base asta : Euro 2.109,37
Rilancio Minimo : Euro 43,00

 

La vendita sarà effettuata, con procedura competitiva, a mezzo di asta telematica sincrona mista – gestore
Astalegale.net spa che si terrà il giorno 19 OTTOBRE 2021 dalle ore 16,00 e seg. davanti al Curatore presso il
suo studio in Campobasso (CB) alla via Zurlo n. 3.
 

L’offerta dovrà essere presentata entro il giorno 18 OTTOBRE 2021 ore 13:00, con le modalità e le
prescrizioni di seguito indicate.
 

La cauzione andrà versata esclusivamente con bonifico (recante quale causale “versamento cauzione”) sul
conto corrente della procedura acceso presso la B.P.P.M. scpa, filiale di Campobasso, intestato a “Tribunale
Ordinario di Campobasso” Fallimento n. 10/16 IBAN: IT 60 R 05033 03800 000000101795; BIC (Codice
swift): PPMSIT31XXX; la cauzione, a pena di inefficacia dell’offerta, dovrà risultare accreditata sul
conto già al momento del deposito dell’offerta stessa e dovrà essere di importo almeno pari al 10 per
cento del prezzo offerto.
 

 

Per ulteriori dettagli si prega di contattare il Curatore Fallimentare Dott.ssa Loredana Faccenda - tel. 0874484748.

 

 

 

Data Pubblicazione: 26/07/21

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

TRIBUNALE DI CAMPOBASSO - R.G. 2/2021

Giudice: Dott.ssa Napolitano

Liquidatore: Dott.ssa Lucia Morgillo

 
Il Giudice, dott.ssa Rosa Napolitano: 

- Visti gli atti relativi al ricorso per la liquidazione del patrimonio presentato;

- Ritenuto che: - sussiste la propria competenza ex art. 9 Legge 3/2012 in quanto i debitori hanno la propria residenza in Matrice; - gli istanti sono debitori non fallibili in stato di sovraindebitamento; - non appare di ostacolo alla proposizione della domanda la circostanza che ad agire non sia un unico debitore ma, congiuntamente, due coniugi. Invero, la legge n. 3/2012 sul sovraindebitamento, pur non prevedendo lo espressamente, consente ai debitori che siano coniugati di proporre una domanda congiunta di accordo di ristrutturazione del debito, nel caso in cui il sovraindebitamento si sia generato in relazione al soddisfacimento dei bisogni familiari. La proposta di un unico accordo si giustifica in considerazione del fatto che i coniugi, anche nel caso in cui abbiano patrimoni distinti, possono mettere a disposizione della procedura e quindi dei creditori, un attivo che sia in grado di soddisfare situazioni debitorie differenti che magari nascono da finanziamenti contratti autonomamente per far fronte alle esigenze della famiglia. Il concetto di debitore di cui all'art. 6 L.n.312012 può essere interpretato estensivamente in modo da comprendere i componenti della famiglia afflitta da uno stato di sovraindebitamento per rispondere a ragioni di economica processuale oltre che per agevolare i debitori e per una miglior tutela dei creditori. Sotto un diverso profilo è altrettanto evidente che lo squilibrio finanziario incide sulla famiglia nel suo complesso pur essendosi generato in capo ai singoli coniugi e, quindi, sarebbe poco coerente con lo spirito della legge sul sovraindebitamento affidare la risoluzione della crisi a piani diversi, proposti dai singoli componenti della famiglia, duplicando oltretutto i costi della procedura in danno anche dei creditori.

Depone in favore di tale lettura estensiva la circostanza che il Codice della Crisi abbia normativizzato espressamente tale possibilità disponendo all'art. 66 che "I membri della stessa famiglia possono presentare un unico progetto di risoluzione della crisi da sovraindebitamento quando sono conviventi o quando il sovraindebilamento ha un 'origine comune";

- Visti gli art. 14 ter e 14 quinquies L. 3/2012 e verificato che la domanda soddisfa i requisiti di cui all'art. 14ter in quanto: - non ricorrono le condizioni di inammissibilità di cui all'art. 7 comma 2 lettere a) e b) posto che: a) i proponenti non sono soggetti a procedure concorsuali diverse da quella di sovraindebitamento; b) i proponenti non hanno fatto ricorso nei precedenti 5 anni ai procedimenti di cui alla L. 3/2012; - la domanda è corredata dalla documentazione di cui all' art. 9 commi 2 e 3 della L. 3/2012 c) il resoconto sulla solvibilità dei debitori negli ultimi cinque anni; d) l'indicazione della eventuale esistenza di atti dei debitori impugnati dai creditori; e) il giudizio sulla completezza e attendibilità della documentazione depositata a corredo della domanda, idonea a consentire di ricostruire compiutamente la situazione economica e patrimoniale dei debitori;

- Ritenuto che i proponenti abbiano prodotto documentazione idonea alla compiuta ed esauriente ricostruzione della loro situazione economica e patrimoniale (art. 14/er comma 5, cfr. relazione OCC);

- Ritenuto che non emergano elementi atti a far ritenere che i debitori abbiano compiuto atti in frode ai creditori negli ultimi cinque anni (art. 14 quinquies comma I);

- Ritenuti, pertanto, sussistenti presupposti per l'ammissione alla procedura di liquidazione;

 

DICHIARA aperta la procedura di liquidazione del patrimonio;

NOMINA liquidatore la dott.ssa Lucia Morgillo, già nominata occ;

DISPONE che, sino alla chiusura della procedura (art. 14 novies ultimo comma L. 3/2012) non possono, sotto pena di nullità, essere iniziate o proseguite azioni cautelari o esecutive, né acquistati diritti di prelazione sul patrimonio oggetto di liquidazione da parte dei creditori aventi titolo o causa anteriore alla data di presentazione della domanda ex art. 14 ter L. 3/2012;
 

Si veda documentazione allegata.

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 21/05/21

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Beni Mobili

Fallimento 10/2016

Curatore Dott.ssa Loredana Faccenda
Giudice Dott.ssa Claudia Carissimi

 

LOTTO 5
Autovettura Fiat Doblò mod.225 BXB 1A AX2 anno 2008 colore verde chiaro metallizzato in buono stato
 

Prezzo base asta : Euro 2.812,50
Rilancio Minimo : Euro 57,00

 

 

L'offerta minima non potrà essere inferiore al prezzo base.

La vendita sarà effettuata, con procedura competitiva, a mezzo di asta telematica sincrona mista - gestore Astalegale.net spa che si terrà il giorno 18/06/2021 alle ore 11:40 e seg. davanti al Curatore presso la sala aste del Tribunale di Campobasso, situata nella sede del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Campobasso, in Campobasso, alla Piazza Vittorio Emanuele II, 26.

L'offerta dovrà esser e presentata entro le ore 13:00 del giorno 17/06/2021 presso lo Studio Iacobacci, in Campobasso, alla Via Zurlo n.3

 

 

 

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 23/04/21

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Beni Mobili

Fallimento 13/2016

Curatore: Dott. Giulio Santoro
Giudice: Dott.ssa Rosa Napolitano

L’Istituto Vendite Giudiziarie, in qualità di Commissionario, rende noto che il giorno 27 MAGGIO 2021 ALLE ORE 16:30 e segg. presso la Sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie sita in via Galanti n.19 di Campobasso si terrà apposita gara per la vendita dei compendi mobiliari facenti parte nel Fallimento menzionato in epigrafe, con compendi e prezzi da porre a base della gara di seguito meglio precisati.

LOTTO 1
LOTTO 1° MARCHI NAZIONALI contenente la parola Arena 1 ARENA CARNI BOVINE 2 BUON MOLISE ARENA 3 CUCINA ARENA 4 DIETARENA 5 PIATTI ARENA AMORE & FANTASIA 6 POLLO ARENA RICETTA ARENA 7 POLLO SPECIALE PER ARENA E' NATURALE 8 PRONTO ARENA

PREZZO BASE LOTTO 1: EURO 6.096,87 OLTRE IVA COME PER LEGGE
CAUZIONE: ( 20% DEL PREZZO BASE O DEL PREZZO OFFERTO) € 1.219,37
RILANCIO MINIMO : 2% DEL PREZZO A BASE D'ASTA

LOTTO 3
LOTTO 3° MARCHI NAZIONALI 1 RUSPANTINO MARCHI COMUNITARI 2 RUSPANTINO IL SAPORE DELLA NATURA
 

PREZZO BASE LOTTO 3: EURO 4.004,51 OLTRE IVA COME PER LEGGE
CAUZIONE: ( 20% DEL PREZZO BASE O DEL PREZZO OFFERTO) € 800,90
RILANCIO MINIMO : 2% DEL PREZZO A BASE D'ASTA

 

 

LOTTO 4
LOTTO 4° MARCHI NAZIONALI 1 NATURICCHI
 

PREZZO BASE LOTTO 4: EURO 10.411,74 OLTRE IVA COME PER LEGGE
CAUZIONE: ( 20% DEL PREZZO BASE O DEL PREZZO OFFERTO) € 2.082,35
RILANCIO MINIMO : 2% DEL PREZZO A BASE D'ASTA

 

 

LOTTO 5
LOTTO 5° MARCHI NAZIONALI contenente la parola Garbini 1 G Y 2 GARBINI - TRADIZIONE DELLE MARCHE - AUGUSTO 3 GARBINI LINEA NATURA 4 GARBY 5 RAPPRESENTAZIONE DI UN GALLO MULTICOLORE A FORMA QUADRATA SU FONDO AZZURRO ED IN FONDO LA SCRITTA GARBINI


PREZZO BASE LOTTO 5: EURO 6.407,22 OLTRE IVA COME PER LEGGE
CAUZIONE: ( 20% DEL PREZZO BASE O DEL PREZZO OFFERTO) € 1.281,44
RILANCIO MINIMO : 2% DEL PREZZO A BASE D'ASTA

LOTTO 7
LOTTO 7° MARCHI NAZIONALI 1 TU IN CUCINA 2 TU IN CUCINA 3 TU IN CUCINA - ARENA E FRESCO

PREZZO BASE LOTTO 7: EURO 12.014,81 OLTRE IVA COME PER LEGGE
CAUZIONE: ( 20% DEL PREZZO BASE O DEL PREZZO OFFERTO) € 2.402,96
RILANCIO MINIMO : 2% DEL PREZZO A BASE D'ASTA

 

I marchi vengono trasferiti nello stato di fatto e di diritto in cui essi si trovano, con esonero della Procedura da ogni responsabilità e garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo; conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti non potranno dar luogo a risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

Costituiscono condizioni imprescindibili per la partecipazione alla gara la presentazione di un’offerta scritta di acquisto per un prezzo non inferiore a quello base come sopra determinato, che dovrà pervenire in busta chiusa presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Campobasso ovvero presso la sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Campobasso, sito in Via Galanti n19- 86100 Campobasso, in orari d’ufficio, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno immediatamente precedente quello della gara.

 

Per ogni ulteriori informazione gli interessati possono rivolgersi al Curatore Fallimentare, dott. Giulio Santoro, tel. 0874/97641, e-mail giuliosantorodotcom@libero.it o il Commissionario, IVG Molise,
0874/416150, e-mail aste@ivgmolise.it.

 
Data Pubblicazione: 15/04/21

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

DECRETO EX ART. 12 Legge n. 3 del 2012 in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento - n. R.G. 1/2020

Il Giudice designato, dott.ssa Rosa Napolitano OMOLOGA l'accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento:

DISPONE
- che il debitore ricorrente provveda, sotto la supervisione dell’OCC nominato, dott.ssa Loredana Faccenda, ad effettuare i pagamenti in favore dei creditori concorsuali, secondo le previsioni dell’accordo omologato;
- che l’OCC nominato, dott.ssa Loredana Faccenda, risolva eventuali difficoltà dovessero insorgere nell’esecuzione dell’accordo vigilando sull’esatto adempimento dello stesso e comunicando senza indugio ai creditori e al giudice eventuali irregolarità;

DISPONE

l’immediata pubblicazione del presente decreto sull’area dedicata del sito internet del Tribunale di Campobasso e nel registro delle imprese, a spese della ricorrente e a cura dell’OCC.
Dà atto che l’accordo omologato è obbligatorio per tutti i creditori anteriori al momento in cui è stata eseguita la pubblicità ex art. 10, co. 2, L. n. 3/2012 e che i creditori con causa o titolo posteriore non possono procedere esecutivamente sui beni oggetto del piano.
Manda alla Cancelleria per la comunicazione del presente decreto a parte ricorrente nonchè all’OCC.
 
Si veda documento allegato.

 

 

Data Pubblicazione: 13/01/21

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Beni Mobili

Fallimento 13/2016

Curatore Fallimentare: Dott. Giulio Santoro
Giudice: Dott.ssa Rosa Napolitano

 

L’Istituto Vendite Giudiziarie, in qualità di Commissionario, rende noto che il giorno 29 OTTOBRE 2020 ALLE ORE 16:30 e segg. presso la Sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie sita in via Galanti n.19 di Campobasso si terrà apposita gara per la vendita dei compendi mobiliari facenti parte nel Fallimento menzionato in epigrafe, con  compendi e prezzi da porre a base della gara di seguito meglio precisati.

LOTTO 1
MARCHI NAZIONALI contenente la parola Arena: 1 - ARENA CARNI BOVINE; 2 - BUON MOLISE ARENA; 3 - CUCINA ARENA;  4 -DIETARENA; 5 - PIATTI ARENA AMORE & FANTASIA; 6 - POLLO ARENA RICETTA ARENA; 7 - POLLO SPECIALE PER ARENA E' NATURALE; 8 - PRONTO ARENA.

Prezzo base asta : Euro 8.129,16
Rilancio Minimo : 2 %

 

LOTTO 3
MARCHI NAZIONALI: 1 - RUSPANTINO MARCHI COMUNITARI; 2 -RUSPANTINO IL SAPORE DELLA NATURA.

Prezzo base asta : Euro 5.339,35
Rilancio Minimo : 2 %

 

LOTTO 4
MARCHI NAZIONALI: 1 -NATURICCHI.

Prezzo base asta : Euro 13.882,32
Rilancio Minimo : 2 %

 

LOTTO 5
MARCHI NAZIONALI contenente la parola Garbini: 1 -  G Y 2 GARBINI - TRADIZIONE DELLE MARCHE - AUGUSTO; 3 - GARBINI LINEA NATURA; 4 - GARBY; 5 - RAPPRESENTAZIONE DI UN GALLO MULTICOLORE A FORMA QUADRATA SU FONDO AZZURRO ED IN FONDO LA SCRITTA GARBINI.

Prezzo base asta : Euro 8.542,96
Rilancio Minimo : 2 %

 

LOTTO 7
MARCHI NAZIONALI: 1 - TU IN CUCINA; 2 -TU IN CUCINA; 3 - TU IN CUCINA - ARENA E FRESCO.

Prezzo base asta : Euro 21.359,67
Rilancio Minimo : 2 %

 

I marchi vengono trasferiti nello stato di fatto e di diritto in cui essi si trovano, con esonero della Procedura da ogni responsabilità e garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo; conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti non potranno dar luogo a risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

Costituiscono condizioni imprescindibili per la partecipazione alla gara la presentazione di un’offerta scritta di acquisto per un prezzo non inferiore a quello base come sopra determinato, che dovrà pervenire in busta chiusa presso la Cancelleria fallimentare del Tribunale di Campobasso ovvero presso la sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Campobasso, sito in Via Galanti n19- 86100 Campobasso, in orari d’ufficio, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno immediatamente precedente quello della gara.

 

Per ogni ulteriori informazione gli interessati possono rivolgersi al Curatore Fallimentare, dott. Giulio Santoro, tel. 0874/97641, e-mail giuliosantorodotcom@libero.it o il Commissionario, IVG Molise,
0874/416150, e-mail aste@ivgmolise.it.

 

 

 

Data Pubblicazione: 22/09/20

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.